Omicidio a Roma ultime notizie – Potrebbe presto prendere una svolta il caso del ragazzo ucciso in via di Villa Grazioli, nella Capitale. Sul petto del 22enne è stata infatti ritrovata una scritta con il rossetto che sembra coinvolgere la fidanzata di 23 anni. Non è chiaro se sia quest’ultima la responsabile dell’omicidio di Roma, avvenuto ieri mattina. Gli inquirenti per ora non escludono alcuna pista, dato che le indagini sulla ragazza sono state aperte come atto dovuto con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

Omicidio a Roma, sul petto della vittima la firma dell’assassino?

“Mi hai lasciata sola, mi vendicherò”: è questa la scritta ritrovata sul corpo del 22enne ritrovato a Roma privo di vita. Secondo quanto emerso dalle prime indagini, la vittima faceva uso di droga e alcool e la sua morte potrebbe essere collegata con una lite avuta con la fidanzata. Si tratta solo di una delle ipotesi degi inquirenti, sottolinea La Stampa, dato che la ragazza ha smentito di essere responsabile dell’omicidio di Roma. Nei prossimi giorni si svolgerà inoltre l’autopsia del 22enne, come richiesto dal pm Dovinola e grazie lal guida del professor Luigi Cipolloni della Sapienza.

Sono stati i genitori del ragazzo a trovare il suo corpo nella villa dei Parioli nella mattina di ieri. La coppia avrebbe bussato diverse volte alla porta del figlio prima di entrare nella stanza e trovare il suo corpo già privo di vita. Secondo le prime indiscrezioni l’orario del ritrovamento è attorno alle 12.30 e non si esclude che la morte del ragazzo possa essere avvenuta anche ore prima. Ascoltati in queste ore anche i genitori della giovane vittima, alla ricerca di informazioni utili per stabilire cosa possa essere successo e quale sia il movente dell’omicidio di Roma.

LEGGI ANCHE  Roma: lite per l'affitto, accoltella il proprietario