Caso Pamela MastropietroInnocent Oseghale è l’unico responsabile della morte della 18enne uccisa a Macerata? Secondo i rilievi il delitto sarebbe avvenuto in diverse zone della casa, fra cui la terrazza degli orrori di quell’appartamento di proprietà del nigeriano. Nella puntata di Quarto Grado di ieri sono state analizzate a fondo le immagini della scena del crimine, dove si notano le tracce ematiche cancellate con la candeggina.

Foto, la scena del crimine del delitto di Pamela Mastropietro

Quarto Grado ha approfondito ancora una volta nella puntata di ieri quanto accaduto a Pamela Mastropietro, la ragazza ritrovata fatta a pezzi lo scorso gennaio a Pollenza. Il programma ha analizzato in particolare alcune immagini della terrazza di via Spalato di Macerata, dove viveva il 29enne nigeriano Innocent Oseghale. Nelle foto diffuse da Quarto Grado si notano le tracce ematiche sul pavimento, ripulite con la candeggina. Presenti anche delle impronte lasciate da Oseghale ed alcune tracce rilevate grazie al luminol anche sul piumone steso sul terrazzo. Oltre che sull’etichetta dei pantaloni del nigeriano.

Altre tracce ematiche sono presenti sull’orologio di Pamela Mastropietro e sul pellicciotto che la vittima indossava quel terribile 30 gennaio. Il sangue della ragazza è presente inoltre sul bastone del mocho usato per pulire i pavimenti ed all’interno della lavatrice. Tracce inequivocabili che confermano la volontà di distruggere qualsiasi tipo di prova. La conferma che Innocent Oseghale potrebbe essere stato l’unico presente al momento del delitto è collegata al DNA misto rilevato sul mozzicone di una sigaretta: il materiale genetico appartiene a Pamela ed al nigeriano. Quarto Grado ha sottolineato nel video del servizio che la casa del delitto ci sarebbero delle tracce di altre persone. Nessuna di queste sembra però corrispondere a Desmond Lucky e Lucky Awelima, i due co-indagati.

LEGGI ANCHE  Verissimo: Anticipazioni, Gianluigi Nuzzi svela un nuovo scandalo Vaticano | 11 novembre