Verne Troyer è morto. L’attore conosciuto per aver interpretato il Mini-Me nella saga comica di Austin Powers aveva solo 49 anni. Di recente era stato colpito da diversi problemi di salute, collegati anche alla patologia congenita che lo ha colpito alla nascita. Verne Troyer era però un forte combattente e la sua determinazione ha ispirato le persone di tutto il mondo, sia nella vita privata che sul set cinematografico. Se ne va un piccolo grande e uomo, amato da tanti fan.

Verne Troyer è morto a 49 anni: era depresso da tempo

Verne Troyer è morto, ma i suoi genitori sono orgogliosi di averlo visto combattere contro ogni timore e aspettativa. La coppia infatti si è sempre chiesta fin dalla sua nascita se l’attore americano sarebbe riuscito a rimanere a galla in mezzo alla tempesta fatta di giudizi e pregiudizi altrui. Un’impresa che Troyer è riuscito a completare in modo significativo. Sono state molte le battaglie che l’artista ha dovuto intraprendere nel corso della sua vita, ricorda Deadline. Ed ha sempre vinto. Questa volta tuttavia le sue condizioni di salute erano fin troppo compromesse e non ce l’ha fatta. Consapevole del suo malessere, Verne Troyer ha richiesto di poter essere battezzato in presenza della famiglia.

Verne era estremamente premuroso, voleva aiutare tutti. Sorridi, sii felice e ridi. Ha cercato di aiutare chiunque ne avesse bisogno“. Scrive così la Starkey Hearing su Facebook al fianco dei grandi amici dell’attore scomparso. Troyer aveva infatti preso molto seriamente la sua missione a favore dell’umanità e del messaggio positivo, scegliendo di supportare personalmente diverse associazioni. Per questo i familiari hanno chiesto a chiunque voglia rendere omaggio alla sua memoria di non acquistare fiori, ma di fare delle donazioni ad una delle organizzazioni benefiche preferite dall’artista.

Secondo il rapporto della Polizia, allertata da un amico, Troyer potrebbe essere stato avvelenato dall’alcool. Il timore che potesse tentare di nuovo il suicidio ha fatto sì che le forze dell’ordine siano state subito informate del problema in corso. Purtroppo il cuore di Verne Troyer ha smesso di battere 24 ore dopo il suo ricovero urgente in ospedale. Non è chiaro se la depressione che lo ha colpito negli ultimi anni fosse dovuta anche all’improvviso declino professionale: l’ultimo ruolo risale al 2009.