Omicidio Materazzo, ultime notizie – Luca Materazzo è pronto a collaborare per ricostruire la dinamica dei fatti che hanno portato alla morte del fratello Vittorio. Il principale sospettato si è dichiarato innocente durante la prima udienza sull’omicidio Materazzo, in seguito a diversi mesi di latitanza. L’imputato infatti è stato arrestato diverso tempo dopo il delitto, in Spagna. Il prossimo step del processo avrà luogo il prossimo 9 maggio, data in cui la Corte di Assise di Napoli si riunirà per la seconda udienza.

Omicidio Materazzo, entrambi i difensori chiedono l’ammissione delle prove

Luca Materazzo sottolinea di essere innocente e di non aver ucciso Vittorio Materazzo, il fratello ingegnere. La sua dichiarazione spontanea è avvenuta oggi di fronte ai giudici della Corte d’Assise e si è dichiarato pronto a collaborare con i pm in separata sede. Nel corso del dibattito, i legali dell’imputato hanno richiesto che vengano accettate la lista dei testimoni ed alcune prove a suo favore. Una richiesta che è stata fatta anche dai difensori della famiglia della vittima, costituiti parte civile.

Come sottolinea l’Ansa, Luca Materazzo avrebbe inoltre fatto una breve dichiarazione in cui ha evidenziato di essere a conoscenza di alcuni fatti finora non emersi nel corso delle indagini sull’omicidio Materazzo. L’imputato si è comunque dichiarato pronto a collaborare con i pm ed a rivelare quali siano le circostanze che avrebbero portato alla morte della vittima.

LEGGI ANCHE  Omicidio Pasquale Malavita, arrestato boss Riccio e affiliati | NEWS