Strage di Latina, Antonietta Gargiulo rilascia il primo audio su Facebook. La vittima della strage di Latina ha parlato con affetto a quanti l’hanno sostenuta in queste settimane di difficoltà. Antonietta Gargiulo si trova ora fra l’affetto dei familiari e sta cercando di recuperare forza in seguito al duplice delitto delle due figlie Martina e Alessia. Nessun segno di rancore contro Luigi Capasso, l’ex marito che ha sparato sia alla donna che alle due bambine.

Strage di Cisterna di Latina, il messaggio di Antonietta Gargiulo

A distanza di un mese dalla tragica vicenda, Antonietta ha deciso di parlare e rivolgere alcune parole a chi l’ha sostenuta. Grazie ad un gruppo di preghiera presente su Facebook, la vittima della strage di Cisterna di Latina ha scelto di puntare tutto sull’amore. Ritiene che la sua sopravvivenza sia un vero miracolo, così come l’amore che circonda le due figlie anche nella tragedia. “Il vero miracolo è che l’odio, il male e il rancore non hanno vinto nei nostri cuori”.

Antonietta Gargiulo, come manifesta il video diffuso da Quarto Grado sul suo primo audio, si augura inoltre che le persone possano continuare a pregare per lei. Tanta la strada ancora da percorrere, illuminata dalla sua forte fede e da quella dei suoi cari. Un ringraziamento speciale va di certo alla sua famiglia, ma anche a tante persone che si sono strette a lei in seguito alla strage di Latina. Un’associazione intanto ha voluto ricordare Alessia e Martina con delle rose di lana bianca: un gesto promosso dalla collaborazione fra Gomitolo Rosa, Sul Filo dell’Arte e Magliuomini. A inizio marzo, Quarto Grado aveva inoltre raccolto la testimonianza del fratello di Luigi Capasso: le sue parole avevano indignato ancora di più l’opinione pubblica e quanti erano ancora preoccupati per le condizioni di salute precarie di Antonietta Gargiulo.

LEGGI ANCHE  Strage di Cisterna di Latina, il fratello di Capasso "Voleva solo vedere le figlie" | VIDEO