Omicidio Sarzana, ultime notizie – Convalidato il fermo per Cristi Ionut Raulet, che lo scorso martedì avrebbe accoltellato Roberta Felici. Il presunto autore dell’omicidio di Sarzana avrebbe ucciso la convivente per motivi di degrado culturale e sociale. L’uomo attualmente agli arresti ha confermato intanto la sua versione dei fatti: avrebbe colpito solo due volte la donna. Il particolare tuttavia non quadra con quanto rilevato durante i primi accertamenti sulla vittima.

Omicidio a Sarzana, il Magistrato crede nel dolo d’impeto

Secondo quanto riporta l’Ansa, Cristi Ionut Raulet avrebbe agito in un moento d’ira per via di un litigio in corso. Sembra che l’uomo avesse intenzione da andarsene da tempo e che la convivente Roberta Felici glielo abbia impedito. La vittima si sarebbe quindi lanciata in minacce, che avrebbero fatto scattare la follia omicida nel 53enne di Sarzana, in provincia di Genova. La versione di Raulet rimane invariata rispetto al primo interrogatorio: avrebbe colpito la vittima solo due volte. L’esame autoptico effettuato in queste ore ha invece rilevato la presenza di quattro ferite totali.

Il magistrato è convinto che Raulet abbia agito in un moto d’ira, anche se in seguito all’omicidio di Sarzana non avrebbe mostrato alcun tipo di pentimento. Si esclude intanto la pista economica. Il difensore del presunto killer ha chiesto che le autorità analizzino il cellulare del suo assistito, alla ricerca delle prove riguardo alla decisione del 53enne di andarsene a causa dei continui litigi con Roberta Felici.

LEGGI ANCHE  Omicidio a Brescia, il pregiudicato killer si è suicidato