Duplice omicidio a Caravaggio, fermato il fratello della vittima – Potrebbe essere stato il fratello di Carlo Novembrini ad aprire il fuoco ieri sera in una sala slot di Caravaggio. Il duplice omicidio riguarda anche Maria Rosa Fortini, la compagna della vittima. Arrestato in queste ore Maurizio Novembrini, un 44enne pregiudicato fermato nella notte dai Carabinieri di Treviglio. Le ultime notizie, riferisce SkyTg24, riguardano la confessione del presunto killer. Il motivo sarebbe da ricercare nella scoperta di un vecchio tradimento.

Duplice omicidio a Caravaggio, fermati due fratelli della vittima

In compagnia del fratello di Carlo Novembrini, il 51enne che ha perso la vita nel duplice delitto di Caravaggio, ci sarebbe stata anche la sorella. I due sono stati immortalati dalle telecamere della videosorveglianza presenti sulla scena del crimine. Altre inquadrature riguarda il percorso fatto in auto dai due in seguito al delitto. Il pm Gianluigi Dettori, sottolinea Il Giornale, ha ordinato che Maurizio Novembrini venga arrestato e detenuto nel carcere di Bergamo, dove verrà trasportato in queste ore. Attualmente il presunto responsabile del duplice omicidio di Caravaggio si trova nella Caserma di Treviglio.

Il movente passionale per il delitto di Caravaggio?

Secondo Bergamo Post, Maurizio Novembrini potrebbe aver deciso di uccidere il fratello e la compagna di quest’ultimo per motivi personali. Sembra infatti che l’uomo avesse scoperto che l’ex moglie lo aveva tradito con il fratello Carlo Novembrini, 51enne. Le due vittime sono state freddate con quattro colpi d’arma da fuoco e fino ad ora sembra che il duplice omicidio di Caravaggio sia riconducibile solo a Maurizio Novembrini. La sorella di quest’ultimo lo avrebbe solo accompagnato con la propria auto. Diversi i precedenti alle spalle del presunto killer, fra cui un’affiliazione al clan Madonia.

LEGGI ANCHE  Gilberto Benetton è morto: il Presidente di Edizione si è spento a 77 anni