Abusi su minori a Brescia – Condannato a 9 anni e 6 mesi il maestro di karate Carmelo Cipriano per aver abusato di alcune sue allieve della palestra, all’epoca minorenni. Una delle vittime è stata intervistata in passato a Le Iene, dove ha raccontato la propria terribile esperienza. Gli abusi di Carmelo Cipriano erano iniziati quando la ragazzina aveva appena 12 anni.

Abusi su minori a Brescia: condannato Carmelo Cipriano

Oggi 21enne, Giada aveva parlato a Le Iene degli abusi subiti da Carmelo Cipriano, il suo ex maestro di karate. Appena 12enne, la ragazzina nutriva una forte ammirazione per l’uomo soprattutto perché in quel periodo non aveva molti amici. Cipriano in poco tempo diventa quindi molto di più di un maestro di karate. Si trasforma in amico, consigliere ed infine in orco. Giada si allenava nella sua palestra ogni giorno della settimana e per questo non era sembrato strano agli occhi dei genitori aprirgli le porte di casa. Come sottolinea l’Ansa, il maestro di Karate avrebbe abusato in diversa occasioni delle sue allieve minorenni. Non si tratta quindi di un caso isolato, ma di azioni compiute con una certa serialità.

Uno degli episodi che Giada ha raccontato a Le Iene riguarda la prima molestia subita. Si parla di un pigiama party organizzato dallo stesso Cipriano, che ne ha approfittato per allungare le mani nelle zone intime della ragazzina. Inconsapevole di quel gesto, Giada riesce a sottrarsi per vergogna alle avances più che esplicite del maestro di karate. Carmelo Cipriano sarebbe riuscito infatti ad ottenere il suo obbiettivo alcuni mesi più tardi, approfittando del controllo che ormai esercitava su di lei. Giada ha raccontato in particolare la vergogna di quella prima violenza, delle pressioni psicologiche che doveva subire. E della decisione di Carmelo Cipriano di coinvolgere altri due uomini.

LEGGI ANCHE  Video scherzo di Fortunato Cerlino a Le Iene: violenza, droga e risate con il Savastano di Gomorra