Omicidio Migliorati – Ancora novità sul caso di Antonietta Migliorati, l’anziana di 73 anni uccisa lo scorso 17 agosto a Rho. In questi giorni è stato arrestato un ex vicino della vittima, Renato Modugno, che secondo le prime indiscrezioni potrebbe aver avuto un complice uomo ancora non identificato. Il movente individuato dagli inquirenti per l’omicidio Migliorati riguarda i soldi, per via delle condizioni precarie del presunto killer e per le richieste fatte alle banche alcuni giorni prima il delitto.

Omicidio Migliorati, ultime notizie sul caso di Rho

Continuano le indagini sull’omicidio Migliorati, alla ricerca di un possibile complice di Renato Modugno. Secondo gli inquirenti il 53enne di Rho avrebbe avuto infatti un complice: a confermarlo l’ordinanza del gip Marco Del Vecchio, sottolinea Milano Today, un soggetto ignoto su cui grava l’accusa di omicidio in concorso e rapina. La rivelazione sul caso è emersa grazie ai rilievi genetici effettuati sul corpo di Antonietta Migliorati, che avrebbero messo in luce la presenza di un secondo DNA. Il giorno del delitto, Renato Modugno si sarebbe trovato quindi nella palazzina di via Belvedere in compagnia di qualcun altro. Ad incastrarlo sono stati anche i tabulati telefonici, che hanno dimostrato come fosse rimasto all’interno della struttura abitativa per un tempo superiore a quanto comunicato all’ex moglie ed al figlio.

LEGGI ANCHE  Antonietta Migliorati ultime notizie: arrestato il vicino di Rho

I vicini di casa sconvolti per l’omicidio Migliorati

Ancora increduli i vicini di casa di Antonietta Migliorati per via delle ultime notizie ed alla scoperta che l’assassino della 73enne potrebbe essere Renato Modugno. Alcuni testimoni affermano di aver sentito dei rumori attorni alle sei del mattino e di aver visto i Carabinieri arrestare il sospettato. Soddisfatto invece il sindaco Pietro Romano, che ha voluto complimentarsi con le indagini fatte dai Carabinieri. Il caso ha comportato infatti diverse difficoltà, soprattutto per via dell’assenza di testimoni e tracce utili a confermare fin da subito i sospetti. Al momento dell’omicidio Migliorati, nella palazzina di via Belvedere di Rho era presente solo Renado Modugno.