Omicidio Pasquale Malavita, ultime notizie – Arrestato il boss Riccio e gli affiliati Scissionisti, Fabio Magnetti, Alessandro Grazioso, Giuseppe Magnetti e Umberto De Vitale. Secondo le indagini sarebbero stati loro ad uccidere la vittima nel 2010. I cinque criminali sono collegati ai gruppi della Camorra di Vanella Grassi e Amato-Pagano, al controllo dei territori di Napoli, Mugnano, Melito e gli altri comuni limitrofi. L’Omicidio Pasquale Malavita assume quindi dei contorni precisi, soprattutto per quanto riguarda i mandanti.

Omicidio Pasquale Malavita, in manette cinque esponenti di due clan

Sarebbero stati il boss Riccio, di 26 anni e di Marano, e il complice di 29 anni Fabio Magnetti ad ordinare il delitto avvenuto a Villaricca il primo ottobre del 2010. Secondo le ricostruzioni degli inquirenti, i due esponenti dei Pagano e dei Vanella Grassi avrebbero ordinato l’omicidio Pasquale Malavita per via delle lamentele di quest’ultimo. Il 43enne aveva infatti sollevato delle obbiezioni su come il clan gestiva affari e pagamenti nel territorio di controllo. Fabio Magnetti sarebbe inoltre uno dei due esecutori, al fianco di Alessandro Grazioso, il 32enne di Napoli. I due si sarebbero infatti avvicinati alla vittima a bordo di uno scooter, sottolinea Napoli Today, mentre il mezzo e l’arma sarebbero fatti sparire da Umberto De Vitale e Giuseppe Magnetti.

Omicidio Pasquale Malavita, i cinque criminali erano già in carcere

I cinque arrestati per l’omicidio Pasquale Malavita si trovavano già in carcere al momento delle conclusioni delle indagini. Mario Riccio, conosciuto come Mariano, si trovava infatti al carcere di Terni, mentre Fabio Magnetti nel penitenziario de L’Aquila. Alessandro Grazioso era invece detenuto a Salerno, mentre Giuseppe Magnetti era rinchiuso nel carcere piemontese di Saluzzo. Per Umberto De Vitale la sorte è identica: il 26enne di origini napoletane si trovava nel carcere avellinese di Bellizzi Irpino. I cinque arrestati per l’omicidio Pasquale Malavita hanno inoltre collegamenti con il superboss Cesare Pagano, il genero del boss Riccio.

LEGGI ANCHE  Omicidio Materazzo: Il fratello, "Conosco fatti che i pm ignorano"