Quarto Grado – La domenica torna in access prime time il 4 marzo 2018. Il programma di Gianluigi Nuzzi approfondirà in particolare il caso di Sveva Cardinale, conosciuta anche come Paola Catanzaro ed al centro di numerose denunce. Risale a poche settimane fa l’arresto della sedicente guru, che in tanti anni di “carriera” presso una comunità cattolica avrebbe raggirato diverse persone. Non sono pochi coloro che hanno rivelato di essere rimaste vittime della santona, che nel passato ha affermato di avere contatti diretti con il divino. Quarto Grado – La domenica affronterà in particolare le indagini che l’hanno portata all’arresto, fra truffe religiose ed altre ai danni di costruttori.

Quarto Grado – La domenica anticipazioni: la guru con doti… particolari

Paolo Catanzaro. Paola Catanzaro. Sveva Cardinale. Sono questi i nomi che in diversi decenni hanno indicato la stessa persona. Nata in un corpo maschile, la donna è stata protagonista di diverse inchieste giudiziarie e televisive. Non ultimi alcuni servizi de Le Iene, che hanno ripercorso la sua storia. Prima di sottoporsi alle operazioni chirurgiche, Paolo Catanzaro era conosciuto infatti nella sua comunità come santone in grado di comunicare con Dio. Non erano rari i miracoli con cui affermava di poter guarire i fedeli e tantissimi accorrevano da tutta l’Italia pur di ottenere benefici. In realtà nel tempo è emersa una verità molto diversa, ovvero che Paolo Catanzaro, oggi Sveva Cardinale, si avvaleva di alcuni complici per simulare visioni, stigmate ed altri “gadget” paranormali.

Quarto Grado – La domenica anticipazioni: una coppia disposta ad adottare Sveva Cardinale

Quarto Grado – La domenica prenderà quindi spunto dal caso Sveva Cardinale/Paola Catanzaro per ampliare il discorso alle sette. Sono sempre di più le persone che rimangono vittime di loschi personaggi, che fanno leva su credenze religiose e popolari pur di mettere a segno truffe e molto altro. Veggenti e guru che nonostante non abbiano alcun legame con la Chiesa cattolica riescono a scuotere le menti dei più. Nel frattempo, Sveva Cardinale si difende dalle accuse dal carcere, sottolineando di non aver raggirato nessuno. E c’è di più, perché secondo Brindisi Report, una coppia avrebbe già manifestato l’intenzione di adottare Paola Catanzaro in quanto “portavoce di Cristo”. Per questo marito e moglie avrebbero già proceduto ad intestarle un villino del valore di 300 mila euro. La figlia della coppia ha denunciato il fatto, avvenuto nel 2009. Quarto Grado approfondirà inoltre grazie alla rubrica di Siria Magri quanto avviene nelle comunità colpite dal fenomeno e la posizione del Vaticano in merito.