Alessia Mendes: Genova, Uccide il compagno “Mi sono difesa”

0
10 visite
Alessia Mendes - Facebook | Omicidio a Genova
Alessia Mendes - Facebook | Omicidio a Genova

Omicidio a Genova, dove Alessia Mendes avrebbe ucciso il compagno Alessio Rossi. I due stavano insieme da qualche anno e la loro relazione era fatta di liti e violenze. Secondo la sua versione, la 39enne brasiliana avrebbe cercato di difendersi.

L’omicidio avvenuto a Genova potrebbe essere nato in seguito a numerose violenze a cui era sottoposta Alessia Mendes. Una ballerina di lap dance di origine brasiliana, che abitava insieme alla vittima in un appartamento di via Pellegrini. Alessio Rossi era invece disoccupato ed erano sposati da un anno, ma le liti proseguivano da diverso tempo. Alcuni vicini di casa hanno infatti confermato le parole di Alessia Mendes, riguardo a schiaffi e spintoni che la vittima dirigeva verso la moglie.

Omicidio a Genova, brasiliana accoltella il compagno: “Voleva ammazzarmi”

Una relazione tormentata che alla fine è sfociata in un omicidio. A Genova, diverse persone erano a conoscenza che fra Alessia Mendes e Alessio Rossi non ci fosse un rapporto amorevole. Come sottolinea Today, la donna avrebbe denunciato diverse volte le violenze subite. Nonostante questo, ritornava sempre dal marito e lo perdonava. In base alle prime indiscrezioni, sembra che la coppia abbia iniziato a discutere ieri pomeriggio e che Alessio Rossi abbia afferrato un coltello. Per questo la compagna avrebbe temuto il peggio e sarebbe riuscita a togliergli l’arma dalle mani.

Alessia Mendes - Facebook | Omicidio a Genova
Alessia Mendes – Facebook | Omicidio a Genova

Omicidio a Genova, brasiliana accoltella il compagno: “Voleva ammazzarmi”

Il 35enne avrebbe cercato anche di darsi alla fuga, ma il colpo inferto non gli ha permesso di superare le scale. All’arrivo dei soccorsi le condizioni della vittima erano già gravi ed è morto pochi minuti più tardi. Alessia Mendes è invece rimasta nell’appartamento di Genova e sembra che abbia cercato di togliersi la vita. Una agente della Polizia l’avrebbe infatti colta nell’atto di lanciarsi dalla finestra ed è riuscita a fermarla. La donna è stata sottoposta in seguito ad un lungo interrogatorio, guidato dal pm Paola Crispo. Per ora l’accusa mossa verso Alessia Mendes è di omicidio volontario aggravato ed ora è stata trasferita nel carcere di Marassi.