Meraviglie – La penisola dei tesori è pronto a ritornare con un nuovo appuntamento nella prima serata di Rai 1 di mercoledì, 10 gennaio 2018. Alberto Angela riprenderà in mano il timone del programma per parlare dei siti Unesco italiani. 53 location che rende il nostro territorio il primo ad aver ottenuto così tanti riconoscimenti. Il nuovo viaggio dello show si concentrerà sulla Reggia di Caserta, la meta scelta per l’apertura della puntata. Si tratta della residenza reale dei Borbone, un’opera di magnifica architettura immersa in giardini all’avanguardia per quei tempi.

La Reggia di Caserta e le Langhe piemontesi al centro di Meraviglie – La penisola dei tesori

A Meraviglie, Angela mostrerà infatti come i giardini della Reggia di Caserta siano considerate delle vere e proprie opere d’arte e baluastro dell’ingegneria. Al loro interno per esempio è presente l’Acquedotto Carolino, in grado di trasportare l’acqua per 38 km fino ai giardini ed allo stesso palazzo. Ospite di questa meta sarà Toni Servillo, che fra i ricordi d’infanzia e aneddoti, spiegherà ai telespettatori quale importanza abbia la Reggia per tutti i casertani.

Meraviglie si sposterà poi verso le Langhe piemontesi, considerate dall’Unesco come “esempio eccezionale di integrazione dell’uomo con il suo ambiente naturale”. Un territorio che parla direttamente del Risorgimento italiano anche grazie alla tenuta di Fontanafredda e Il Castello di Grinzane Cavour. Un luogo poetico che ha ispirato più volte i brani musicali di Paolo Conte, ospite di Angela per raccontare la sua infanzia vissuta fra vigneti e campi delle Langhe.

Ospite Monica Bellucci

L’ultima tappa della puntata di Meraviglie interesserà Assisi, una città che da sempre viene associata a San Francesco. Allo stesso tempo è patria di Giotto, importante pittore che ha reso celebre e rivoluzionato l’arte italiana. Dalla Basilica dedicata al religioso fino ai resti romani presenti in città. Monica Bellucci sarà la testimone umbra che racconterà quanta importanza abbia avuto Assisi nella sua adolescenza. Non mancheranno inoltre gli interventi di Vincenza Lomonaco, Ambasciatore italiano, che sottolineerà come sia importante proteggere il patrimonio culturale del nostro Paese.