Erika Preti: Dimitri Fricano spostato in Psichiatria, rolex e soldi ritrovati

0
1 visite
erika preti - dimitri fricanu | facebook
erika preti - dimitri fricanu | facebook

Erika Preti è stata uccisa da uno sconosciuto? Questa la versione del fidanzato Dimitri Fricano, che ha dato una descrizione dell’aggressore. Gli amici del 28enne intanto si schierano dalla sua parte e sono convinti che sia innocente.

È ancora ricoverato Dimitri Fricano, accusato dell’omicidio di Erika Preti. Secondo la sua versione la fidanzata sarebbe stata uccisa invece da un aggressore di carnagione scura e con i capelli rasati. Gli inquirenti pensano tuttavia che nel racconto del giovane di Biella ci siano delle incongruenze. Si schierano dalla sua parte invece gli amici, specie la coppia che ospitava i due fidanzati. In particolare Donatella, che in un’intervista di Pomeriggio Cinque ha sottolineato come escluda la tesi della colpevolezza.

Erika Preti, Dimitri Fricano spostato in Psichiatria: rolex e soldi ritrovati

Importanti novità sull’omicidio di Erika Preti. A Pomeriggio Cinque è stato ascoltato il marito di Donatella, la coppia che ospitava vittima e fidanzato. Questa mattina i RIS sono ritornati nella villetta degli orrori per prelevare altri oggetti. Sembra che gli inquirenti abbiano ritrovato il rolex ed i 500 euro che secondo Dimitri Fricano erano stati sottratti dall’aggressore. Dall’abitazione sono stati prelevati inoltre un tappetino della cucina intriso di sangue. Le condizioni del giovane intanto sono critiche ed è stato spostato in Psichiatria, dove può ricevere visite per una sola ora al giorno. Come la moglie, anche Alberto esclude che l’amico possa aver ucciso Erika Preti: “Viveva per lei, è impossibile”. Sembra inoltre che il sospettato non sia del tutto lucido e che chieda continuamente della fidanzata uccisa.

Erika Preti, l’amica che ospitava la coppia: “Non può essere stato Dimitri”

“Siamo anche andati a vedere Dimitri Fricano in ospedale e lui è disperato. È stato colpito con una pietra […] ma l’aggressore aveva già ucciso Erika. Lei era già per terra”

La ricostruzione dell’indagato ruota infatti attorno all’aggressione ad Erika Preti. Un delitto che tra l’altro sarebbe avvenuto nell’arco di tempo di cinque minuti, gli stessi occorsi a Fricano per rientrare in casa dopo una breve uscita. In quel momento, il 28enne si era recato dal tabacchino e subito dopo era rientrato. “Doveva andare in bagno“, prosegue Donatella ed avrebbe colto l’aggressore sul fatto. Dalla scena del crimine di San Teodoro mancherebbero inoltre un rolex di proprietà dell’indagato ed un borsellino con all’interno 500 euro.

Erika Preti, gli amici si schierano dalla parte di Dimitri Fricano

La comunità di Biella rimane scossa per quanto accaduto ad Erika Preti, mentre chi conosceva la coppia afferma che non vi fossero tensioni fra loro. Una versione che viene confermata anche dalla stessa Donatella, che reputa impossibile che Dimitri abbia fatto del male alla fidanzata. Gli inquirenti non escludono comunque alcuna pista e stanno valutando anche l’ipotesi di una rapina finita in tragedia. Il pm ha conferito ieri mandato al medico legale di San Teodoro di esaminare le ferite riportate dal giovane. Si cerca infatti una compatibilità fra l’arma del delitto ed eventuali tracce riscontrate sulle braccia dell’indagato. Il corpo della giovane di Biella è stato affidato intanto ai familiari, che procederanno con la cremazione. Era il desiderio della vittima.