Delitto Emanuele Morganti, ultime notizie – Cambia l’accusa ai danni dei quattro buttafuori accusati dell’omicidio di Alatri. Il pm ha infatti deciso di trasformare l’ipotesi di reato in concorso in omicidio, dopo le accuse iniziali di rissa e concorso esterno. Secondo la Procura, i quattro potrebbero essere infatti responsabili del delitto di Emanuele Morganti. Continuano intanto le indagini della Procura di Frosinone, per individuare altri elementi a sostegno della tesi.

Potrebbe esserci presto una svolta nel delitto Emanuele Morganti, il giovane di Alatri ucciso mentre si trovava in una discoteca locale. Rimangono invece in carcere i quattro principali indiziati: Mario Castagnacci, il padre Franco, Paolo Palmisani e Michael Fortuna. Secondo gli inquirenti, i quattro avrebbero infatti agito per via di un’esaltazione collettiva mentre si trovavano sotto l’effetto di droga e alcool.

Le prime ricostruzioni per il delitto Emanuele Morganti, sottolinea Tg1, rivelano infatti che il ragazzo di Alatri sarebbe stato portato all’esterno della discoteca in un primo momento. Il tutto dovuto per via di un banale litigio scoppiato all’interno del locale. Una volta all’esterno Emanuele è stato aggredito dal branco ed infine è morto 24 ore dopo, mentre si trovava in ospedale.