Matteo Cagnoni: Processo pubblico, rischia l’ergastolo

0
62 visite
Matteo Cagnoni - Giulia Ballestri | Ultime notizie
Matteo Cagnoni - Giulia Ballestri | Ultime notizie

Matteo Cagnoni dovrà presentarsi di fronte ai giudici della Corte d’Assise e rispondere dell’accusa di omicidio di Giulia Ballestri. Nelle ultime settimane un video in particolare sembra puntare il dito contro il dermatologo riminese.

In cella dallo scorso settembre, Matteo Cagnoni ha scelto di andare in Assise e di rischiare la condanna all’ergastolo per l’omicidio di Giulia Ballestri. Non esiste tuttavia nulla di definitivo e il dermatologo potrebbe ancora optare per il rito abbreviato. In quest’ultimo caso riceverebbe uno sconto di pena, saltando di pari passo la pena massima prevista nel caso Ballestri. Le porte del tribunale si apriranno per Matteo Cagnoni il prossimo autunno, sottolinea Il Resto del Carlino, ma fino al termine dell’udienza potrebbe ancora mutare la decisione presa.

Matteo Cagnoni ha scelto di comparire in Assise: potrà ancora cambiare idea

Nella mattinata di oggi il difensore di Matteo Cagnoni, l’avvocato Giovanni Trombini, ha presentato richiesta di annullamento di diverse prove. Le repliche dell’accusa potrebbero confermare oppure no la valutazione in giudizio del materiale diffuso negli ultimi giorni. In particolare, un video girato il giorno dell’omicidio riprende Matteo Cagnoni a pranzo con la moglie Giulia Ballestri. Il dermatologo appare nervoso e la gamba non fa che muoversi a scatti. Poche ore più tardi, la donna con cui ha trascorso gli ultimi anni di vita verrà uccisa brutalmente in una villa di proprietà di Cagnoni. >> Ti potrebbe interessare: Il video mostrato a Quarto Grado che incastrerebbe il presunto assassino di Giulia Ballestri

Un video incastrerebbe Matteo Cagnoni per l’omicidio di Giulia Ballestri

Il video del pranzo fra Matteo Cagnoni e Giulia Ballestri non è l’unico che potrebbe dimostrare senza ombra di dubbio la colpevolezza del dermatologo. In un altro filmato della videosorveglianza, si vede infatti lo specialista saltare giù da una delle finestre sul retro della scena del crimine. Un dettaglio che rende la sua posizione ancora più compromettente. Pochi giorni prima che il video venisse reso noto, Matteo Cagnoni aveva scritto invece una lunga lettera in cui spiegava i motivi della propria innocenza. Fra questi, anche il fatto che proprio nei giorni precedenti all’omicidio di Giulia Ballestri, i due avessero raggiunto un accordo per la separazione consensuale. Nelle prossime ore potrebbero emergere ulteriori particolari in merito alla tragedia ed al ruolo assunto dal dermatologo riminese. >> Ti potrebbe interessare anche: la lettera scritta da Cagnoni sulla propria innocenza